Liquori, prima o dopo il caffè e a che temperatura? Cosa sapere per evitare figuracce

I liquori si prendono prima o dopo aver bevuto il caffè? E soprattutto a che temperatura? Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Ogni pasto che si comandi, che sia cena o pranzo, non può che concludersi con un meraviglioso e gustosissime liquore. Quest’ultimo deve avere una temperatura perfetta prima di essere servito, risultare invecchiato il giusto, non esagerare con le dosi e soprattutto donarlo ai propri ospiti solo se lo richiedono, senza imporre loro nulla.

temperatura ideale liquori
Qual è la temperatura adatta per servire i liquori (Insideweek.it)

Il liquore, spesse volte, viene assunto come una sorta di ‘digestivo’ post pasto. Ma sapete quando lo si prende? Prima o dopo aver bevuto il caffè? E soprattutto, sapete a che temperatura va servito e bevuto? Vediamolo insieme di seguito.

Liquori: si bevono prima o dopo il caffè? A che temperatura?

Come abbiamo detto precedentemente, non c’è un pasto che possa terminare senza aver bevuto un buon liquore. Il liquore, un po’ come accade anche con il vino, è anche simbolo di ‘compagnia’: un modo per poter godere insieme di una bella chiacchierata di fronte ad un buon bicchiere di questo composto alcolico. Ovviamente varia a seconda dei propri gusti, delle stagioni in cui ci troviamo e soprattutto del pasto che tendiamo ad affrontare.

Come ogni bevanda che si rispetti, anche i liquori hanno delle regole da seguire. Quelle su cui ci soffermeremo oggi, di seguito, sono sicuramente: quando va bevuto e a che temperatura. Vediamolo insieme.

regole servire liquori
Le regole perfette per servire i liquori (Insideweek.it)

La prima cosa da sapere è che il liquore va servito sempre dopo il caffè, mai prima. Di conseguenza dopo ogni pranzo o cena è bene proporre prima una buona e calda tazza di caffè (che i nostri ospiti possono o meno accettare). Passata anche solo un’oretta proporre poi il liquore o il distillato. Quest’ultimo può essere poi di diverse fragranze e soprattutto di diverso sapore: c’è quello agli agrumi, quello alla menta, quello a base dolce o a base distillata. Insomma, la scelta è davvero vasta, bisogna solo capire quale scegliere secondo i gusti.

Detto ciò bisogna poi capire qual è la temperatura ideale per poterli servire. Ovviamente anche qui bisogna prestare molta attenzione a ciò che dice il galateo, evitando di sbagliare. Dunque, la temperatura perfetta a cui necessariamente bisogna prestare attenzione è quella che va dai 12 ai 20°, ovvero una ‘temperatura ambiente’. Ci sono poi, come sempre, delle eccezioni: Limoncello e Meloncello vanno serviti ad una temperatura racchiusa tra i 5 e i -7°; mentre la Sambuca con il fuoco.

Impostazioni privacy