Coppetta mestruale, la rivoluzione tutta al femminile: perché usarla al posto degli assorbenti

Coppetta mestruale? Una vera rivoluzione tutta al femminile: ecco perché bisognerebbe usarla al posto degli assorbenti.

Avere le mestruazioni è una condizione comune che riguarda tutte le donne a partire dai 12-13 anni (qualcuna anche un po’ prima) fino ai 50-55 (quando poi inizia la menopausa).

usare coppetta mestruale
Perché usare la coppetta mestruale (Insideweek.it)

Questa condizione determina anche la fertilità della donna, garantendo, negli anni sopra indicati, la possibilità di cercare, ed ottenere, una gravidanza. Ovviamente, quando si è nel periodo del mese sopra indicato, c’è bisogno di indossare una ‘protezione’: assorbenti, tampax o coppette mestruali.

Quest’oggi ci soffermeremo sull’ultimo oggetto in questione: la coppetta mestruale. Una vera e propria rivoluzione tutta al femminile! Scopriamo insieme perché dovrebbe essere utilizzata al posto degli assorbenti e quali sono i suoi vantaggi.

Coppetta mestruale: ecco perché bisognerebbe utilizzarla

La coppetta mestruale ha delle origini antichissime, si pensa infatti possa risalire agli anni ’30 del ‘900. Non si tratta altro che di uno strumento, in silicone, che va piegato ed inserito nella vagina nel momento in cui si hanno le mestruazioni. A differenza dell’assorbente, che è esterno, quest’ultima è interna ed entra a stretto contatto con il flusso mestruale. Simile al tampax quindi? Non proprio.

A differenza del tampax, che assorbe il sangue, facendo quasi da tampone, la coppetta mestruale lo raccoglie. Per questo motivo, se si ha un ciclo molto abbondante dovrebbe essere tolta e svuotata (per poi essere reintrodotta) ogni 4-8 ore. Se il ciclo è scarso quest’azione può avvenire anche ogni 12 ore. Tutto dipende dalla condizione della donna.

vantaggi svantaggi coppetta mestruale
I vantaggi e gli svantaggi della coppetta mestruale (Insideweek.it)

Ovviamente, come ogni oggetto che si rispetti ha i suoi vantaggi (preferibile agli assorbenti) ed i suoi svantaggi. Sicuramente è bene conoscere entrambi prima di acquistarla, in modo da valutare qualsiasi scenario e poi utilizzarla. Dunque, troviamo vantaggi:

  • Risparmio economico: una coppetta mestruale costa circa 10-20€, ma a differenza degli assorbenti che sono ‘usa e getta’ è possibile riutilizzarla per circa 10 anni, avendo cura di sterilizzarla ogni volta che serve.
  • Hanno una maggiore capienza rispetto agli assorbenti interni: essendo di silicone e facilmente malleabile non dà problemi alla donna, soprattutto nei movimenti, ma si adatta perfettamente al pavimento pelvico.
  • Rispettano l’ambiente: ogni coppetta va cambiata, come sopra detto, ogni 10 anni, di conseguenza la possibilità di inquinare l’ambiente è molto ridotta.

Tra gli svantaggi invece troviamo:

  • Sconsigliata per chi soffre di candida o diverse infezioni vaginali: infatti, per quanto possa essere facilmente utilizzata, quest’ultima potrebbe raccogliere in sé batteri pericolosi per l’individuo soggetto ad infezioni.
  • Possono creare allergie: nonostante siano quasi sempre create con materiali ipoallergenici, possono ugualmente creare delle possibili allergie interne.
  • Bisogno di lubrificante: essendo comunque un oggetto che entra a stretto contatto con la vagina, potrebbe capitare di dover utilizzare un lubrificante per far sì che possa entrare perfettamente. E questo potrebbe essere alquanto fastidioso ogni mese.
Impostazioni privacy